Mariagrazia De Luca/ Febbraio 26, 2019/ Avventura/ 0 comments

Anche un viaggio di mille miglia inizia con un passo.

Laozi

Dove andare a sciare a Febbraio? Chi ama la neve e gli sporti invernali qui in Italia non ha che l’imbarazzo della scelta: siamo circondati da maestosi altopiani e possiamo vantare alcune strutture sciistiche tra le più belle del mondo. Ma a chi volesse passare una settimana bianca un po’ più prolungata, diversa dal solito, e scoprire posti nuovi, consiglio vivamente di prendere un aereo e volare in Wyoming: in inverno, sommersa dalla neve, ha qualcosa di magico. La stazione sciistica di Jackson Hole è assolutamente una meta obbligatoria per gli appassionati; è soprannominata “The Big One” proprio per le sue piste ripide e emozionanti.

Inoltre, approfittate della stagione fredda per avere lo Yellowstone tutto per voi. D’estate, con il caldo e i tanti turisti non è proprio l’ideale. D’inverno le strade sono chiuse e lo si può esplorare solo con gli sci o le ciaspole. Avvicinarsi ai tanti geyser e alle sorgenti calde che lanciano sbuffi di calore nell’aria gelida sarà molto rigenerante e, attorno, avrete solo qualche animale che cerca di scaldarsi insieme a voi. Non sarà quindi difficile avvistare qualche lupo grigio, basta seguire le orme, ben visibili sulla neve. Dopo un weekend al Jackson Hole, fatevi portare allo Yellowstone da un ranger, vi offrirà volentieri un passaggio gratis con il suo SUV.

 

YELLOWSTONE PARK
Il parco dell’Orso Yogi, oppure come dicono gli Americani, “il” Parco per eccellenza, a sottolineare l’unicità di un luogo che non sopporta paragoni.


La maggior parte delle attrazioni dello Yellowstone, grande quanto l’Umbria, si concentrano intorno alla Grand Loop Road, un itinerario a forma di “8” lungo 230 chilometri. Percorrendolo a velocità molto ridotta (bisonti e cervi vi attraversano continuamente la strada, inoltre è obbligatorio rispettare i limiti di velocità) le tappe obbligatorie sono:

Mammoth Hot Springs e Grand Prismatic Spring: le sorgenti bollenti colorano l’aria in modi fantascientifici;

VIDEO di Gabriele Formentini

Norris Geyser Basin: qui si trova il poderoso geyser Echinus e soprattutto lo Steamboat, il geyser più alto del mondo;

– infine date un’occhiata al puntualissimo Old Faithful: l’attesa del getto di questo “vecchio fedele”, alto 50 metri, è una specie di happening.

Ma nel parco c’è molto di più: il Lago Yellowstone, vastissimo e pescoso, e il Grand Canyon, forse meno bello di quello dell’Arizona, ma le sue cascate meritano una visita.

 

UN SAFARI NELLO YELLOWSTONE
Volete provare l’esperienza del vero animo selvaggio del Wyoming? Uscite dai percorsi canonici dello Yellowstone e recatevi verso la leggendaria Lamar Valley, la valle dei lupi. Munitevi di cibo, acqua, una cartina e un binocolo per massimizzare l’opportunità di avvistamento della fauna selvatica. Oltre ai lupi qui vi è un’altissima concentrazione di mammiferi. Nel fiume Lamar potete inoltre praticare una pesca-a-mosca favolosa, le varietà di pesci sono tantissime.

Per chi sceglie le lunghe escursioni a piedi ci sono diversi percorsi che si snodano nella vallata tra prati e viste mozzafiato della catena montuosa.

Non volete affrontare questa esperienza selvaggia da soli? Affidatevi a un tour privato o unitevi a un gruppo organizzato dallo Yellowstone Forever Institute: la guida di esperti che conoscono bene il territorio aumenterà la probabilità di avvistare animali e, cosa non da poco, vi farà sentire più al sicuro: non dimenticatevi che l’orso vero, non Yogi, è sempre in agguato!

 

ARTICOLO CORRELATO

MANGERLUST: SODA BREAD. IL PANE DEGLI INDIANI D’AMERICA

Ringrazio Riccardo Tebano, Gabriele Formentini (auroreboreali.weebly.com) e Alessandro Bertocchi per il contributo video e foto.

Share this Post

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*
You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>