Mariagrazia De Luca/ Febbraio 27, 2019/ Senza categoria/ 0 comments

Quando si pensa alla farinata, la famosa torta di ceci, la si associa automaticamente a Genova, in quanto è stata inventata proprio dai genovesi. Pochi sanno che esistono altre varianti, altrettanto buone: a Genova e a Torino viene chiamata “farinata“, a Carraracaldacalda“, a Pisacecìna” e a Livorno semplicemente “torta”. Non vi confondete con i nomi, soprattutto se vi trovate a Livorno: qui il termine “cecìna” è bandito, dati i rapporti campanilistici con i pisani.
A Livorno la variante della farinata è decisamente più curiosa, a partire dal nome: 5 e 5.
Per renderla unica i livornesi hanno personalizzato la ricetta: la farinata risulta molto più morbida, quasi una crema, e la si può utilizzare come companatico tra due belle fette di pane francese o di focaccia.
Anche mangiata da sola non è male, condita con un bel po’ di pepe nero. Da provare anche la versione con le melanzane marinate: molto buona ma.. attenti all’aglio, qui non lesinano!

Comunque sia, che la prendiate con le melanzane o senza, con il pane o con la focaccia, tradizione vuole che il 5 e 5 sia accompagnato da un bicchiere di spuma bionda, una specie di gassosa aromatizzata.

PERCHE’ SI CHIAMA “5 E 5”?

La moda di mangiare la farinata in un panino risale addirittura ai primi anni del 1900. In quegli anni sia il prezzo del pane che quello della torta di ceci erano di 5 centesimi di lire; il cliente che voleva acquistare entrambi entrava nella bottega e chiedeva 5 lire di torta e 5 lire di pane, poi abbreviando venne fuori il nome “5 e 5”.

Per capire quanto sia radicato nella cultura Livornese, basti pensare che l’espressione “Dammi un 5 e 5” è diventato addirittura il nome di un percorso gastronomico, molto apprezzato anche dai turisti.

Il 5 e 5 è uno dei più famosi e golosi prodotti tipici livornesi! Se non lo provate…siete dei Pisani! (con affetto eh) 😉 

Dove provare il 5 e 5? Dicono che “da Gagarin” sia il top. Posso garantire.

Torteria da Gagarin, via del Cardinale 24

Cosa fare a Livorno oltre che mangiare il 5 e 5? Leggete il mio articolo correlato:

ARTE E CULTURA: VISI-TOUR DI FEBBRAIO. META n.1-ITALIA: LIVORNO IN UN GIORNO 

Share this Post

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*
You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>